Richiedi 5 Preventivi ai migliori
Negozi di Cucine Design

Home - Cucine - Cucine Design

Preventivi a confronto

Se hai la necessità di arredare la tua cucina di design e ti chiedi quanto dovrai spendere, scopri tutti i vantaggi di ricevere comodamente a casa 5 diversi preventivi dai migliori negozi di arredamento.

Affidati ai migliori professionisti vicino a casa: contattali online, risparmiando tempo e denaro. Potrai esporre le tue esigenze e ricevere una consulenza personalizzata, per organizzare al meglio i tuoi spazi. Potrai avere così un’idea chiara su quali saranno i costi da affrontare, paragonando 5 diverse proposte.

Scelta quella che meglio risponde al tuo gusto e al tuo budget, potrai anche visitare direttamente il punto vendita, per vedere dal vivo la cucina di design che desideri acquistare. Un arredatore di fiducia ti seguirà nella progettazione e nella scelta dei tuoi mobili; saprà darti tutte le informazioni su materiali, finiture, misure.

Selezioniamo per te solo rivenditori qualificati delle migliori aziende di cucine, per garantirti l’eccellenza in termini di prodotto e servizi offerti. Avrai così a disposizione un referente di fiducia, a cui rivolgerti anche in futuro per arredare la tua casa.

Come si progetta una cucina di design

Per la progettazione di una cucina di design, spazio di condivisione della vita quotidiana ma anche luogo tecnico più vissuto della casa, è bene studiare ogni centimetro nel minimo dettaglio. Il progetto deve infatti saper fare convivere estetica, funzionalità e tecnologia, oltre a risparmio energetico e praticità di utilizzo, materiali innovativi e semplici da manutenere, attrezzature ed accessori all’avanguardia.

Questo tipo di cucina prevede linee pulite, minimalismo e perfetta integrazione con lo spazio circostante: questo deve avvenire anche mediante una progettazione illuminotecnica integrata nel mobile della cucina per garantire da un lato comfort visivo mentre si lavora, dall’altro per esaltare forme, spazi e volumi oltre a rendere una giusta atmosfera. 

Rivolgiti ai più qualificati rivenditori, richiedi un preventivo e fatti guidare nella progettazione della cucina da esperti arredatori!

Finiture delle ante

Nella progettazione di una cucina di design è importante scegliere materiali che siano resistenti e durevoli in grado di resistere all’umidità, al calore, agli urti e al degrado superficiale.
Le ante delle cucine di design possono caratterizzarsi di diversi materiali:
laccato: che sia lucido o opaco, è uno dei materiali più utilizzati poiché molto personalizzabile, facile da pulire e resistente nel tempo;
legno impiallacciato: materiale pregiato che permette di adattarsi al meglio anche a cucine dal design essenziale e minimale, soprattutto in finiture iroko, wengè, rovere sbiancato, bianco o grigio con venature a vista;
laminato: è generalmente utilizzato per le cucine di design più economiche, poiché robusto, di effetto, pratico da pulire e poco costoso;
vetro: utilizzato in trasparenza oppure opalino, dona leggerezza all’arredo e luminosità all’ambiente. È particolarmente indicato nel caso di cucine piccole e ambienti poco luminosi, con possibilità di variazioni cromatiche.

Personalizza la tua cucina

Caratteristiche fondante delle cucine di design è la possibilità di personalizzazione da parte dell’utente finale riguardo alla forma e alla disposizione.
Si possono infatti prevedere tre tipologie compositive:

  • cucine in linea: funzionale poiché sfrutta tutto lo spazio adiacente ad una parete, sobria ed essenziale, prevede massimizzazione dello spazio con pensili anche a tutta altezza ed elettrodomestici ad incasso allo scopo di rendere ordine, continuità e leggerezza. Per caratterizzarle è possibile scegliere colori a contrasto, finiture differenti e materiali diversi;
  • cucine ad angolo: la svolta dell’arredo a 90° permette di dare movimento ed articolazione alla cucina, permettendo così una resa particolare già in progetto. Possibilità di movimentazione degli spazi creando sottosquadri, mobili alti e bassi, spazi a giorno e chiusure con ante, opache o trasparenti, in vetro. Inoltre, grazie allo spazio a disposizione è possibile alternare pensili a mensole, per un effetto di movimento;
  • cucina ad isola o penisola: l’area centrale può essere lo spazio operativo oppure un piano di lavoro accessoriato con un piano e sedute per mangiare o lavorare. È possibile accostare diversi materiali per creare contrasti, anche cromatici, come laminato/ laccato/legno naturale/ acciaio. La cucina può caratterizzarsi di mobili essenziali e puliti, privi di ogni decoro e maniglia, sostituite da gole non percepibili.

I materiali del top

Per la scelta dei materiali di una cucina di design, è importante distinguere tra struttura del mobile e quella del top:

  • struttura: per la parte strutturale dell’arredo cucina si utilizza un aggregato ligneo che può essere di maggiore o minore qualità in relazione alla dimensione e tipologia dei trucioli, della compattezza, delle colle utilizzate e che sia a bassa emissione di formaldeide oppure nulla;
  • top: per il piano di lavoro è possibile scegliere tra un’ampia varietà di materiali definiti da differenti caratteristiche e relativi costi. Il top deve essere esteticamente bello poiché completa e definisce lo stile della cucina ma al tempo stesso resistente e pratico da pulire.
Per il piano da lavoro i materiali più utilizzati sono:
  • quarzo: o anche detto agglomerato di quarzo, è resistente, liscio, elegante, igienico e di facile manutenzione, con ampia possibilità di scelta cromatica;
  • laminato: pratico, resistente agli urti e durevole ma poco resistente al calore e all’acqua se non posato correttamente;
  • pietre naturali: marmo e granito, scelti generalmente in colori chiarissimi, bianchi grigi oppure neri, sono piuttosto delicati e richiedono attenzione e particolare manutenzione in pulizia;
  • acciaio: resistente e igienico, tende a macchiarsi col calcare ma facile da pulire, per un effetto contemporaneo e industrial style;
  • dekton: materiale tra i più all’avanguardia, è inattaccabile da sporco, calore, graffi, acidi o agenti aggressivi. È funzionale e versatile, e conferisce alla cucina un aspetto contemporaneo e raffinato, disponibile in vari colori e finiture;
  • corian: un composito avanzato composto da resina acrilica e idrossido di alluminio bianco o con pigmenti colorati per una ampia gamma cromatica. Le superfici sono compatte e piacevoli al tatto, richiedono particolare manutenzione e attenzione poiché facilmente macchiabili.