Richiedi 5 Preventivi ai migliori
Negozi di Camerette

Home - Arredamento Casa - Camerette

Dal preventivo all'acquisto un interlocutore affidabile

Quanto costerà la cameretta dei miei figli? Se ti stai facendo questa domanda puoi iniziare ad informarti comodamente da casa, prima di recarti in negozio. Sul nostro sito troverai le migliori soluzioni per arredare la stanza dei bambini e dei ragazzi per farne un ambiente confortevole e sicuro. Dai letti a castello ai soppalchi, dagli armadi alle cabine, fino alle scrivanie e a tanti complementi d'arredo. Potrai rivolgerti ai negozi della tua provincia di residenza e richiedere fino a 5 preventivi per la soluzione che più ti piace. 
Sarai contattato e riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno. Il negozio che sceglierai di visitare sarà il tuo partner di fiducia e ti fornirà un progetto personalizzato per la cameretta dei tuoi figli. 

Oggi i migliori negozi di camerette sono online con le loro offerte. Contattali qui:

  • Scegli la soluzione di arredo che più ti piace
  • Ricevi fino a 5 preventivi gratis e senza impegno
  • Risparmi tempo e denaro

Sarai tu poi a scegliere il negozio a cui vuoi rivolgerti per fissare un appuntamento e farti preparare un progetto ad hoc per la cameretta dei tuoi figli. Avrai a disposizione un team di professionisti arredatori cui chiedere consiglio sulle migliori soluzioni per creare un ambiente accogliente e funzionale.

Consigli utili prima dell'acquisto

Ci sono alcune cose che è importante sapere prima di acquistare una cameretta per bambini: è importante prendere in considerazione alcuni parametri come lo spazio, i materiali, le funzioni, i colori, la tipologia di arredi e altro.
Al momento dell’acquisto nei negozi specializzati in arredamento è possibile è possibile affidarsi ad un esperto che, misure alla mano, renderà un arredo adeguato alle esigenze del piccolo utilizzatore. Inoltre, con la consulenza dell’arredatore sarà possibile valutare come decorarla nel dettaglio con wall stickers, carta da parati, oggettistica e complementi.

Ecco allora una breve guida che aiuterà nella scelta dell’arredamento giusto:

  • Definire gli spazi: in primo luogo è importante decidere come strutturare gli spazi della cameretta, scegliere lo stile e definirne i colori. Un consiglio utile è puntare su una tendenza: naturalistica come piante o animali oppure semplicemente colori o ambienti come grotte, fiumi, mare. 
  • La scelta del lettino o del letto: è fondamentale che l’arredo venga scelto adeguatamente alla fascia d’età. Nei primi anni di vita per evitare le cadute è preferibile scegliere lettini con le sbarre oppure modelli montessoriani a terra per permettere totale autonomia, allo scopo di incentivare il bambino nella sua crescita ed evoluzione. È possibile altresì, scegliere un arredo evolutivo che possa aumentare la lunghezza della struttura, sostituendo nel tempo solamente il materasso;
  • Armadio componibile: è possibile inserire all’interno della cameretta un’armadiatura bassa affinchè il bambino possa da solo occuparsi della scelta del suo abbigliamento oppure inserendo un tradizionale guardaroba e aggiungendo un elemento “stand appendiabiti” a giorno di piccole dimensioni dove disporre a mano a mano gli abiti del bambino affinchè possa far da sé. Scegliendo un arredo componibile si potrà implementare la dimensione dell’arredo in relazione alla crescita e necessità del piccolo utilizzatore;
  • Libreria frontale a giorno: è importante assicurare la presenza di una libreria all’interno della stanza in ogni età. È possibile scegliere un arredo che sia integrato nell’elemento guardaroba, alternando quindi spazi giorno a armadi con ante, creando un piacevole contrasto. In alternativa, da subito preferire una libreria che permetta di essere utilizzata nel percorso di crescita, partendo dal basso;
  • Tappeto: la scelta del tappeto è legata ad una questione di igiene e funzionalità. Valutare in una prima fase un tappetino lavabile in materiale plastico o schiumati antiurto mentre in seguito, assicurarsi che il complemento possa essere lavato in lavatrice;
  • Specchio: se si desidera inserire uno specchio da subito, assicurarsi che non sia in vetro ma in materiale plastico per evitare che il bambino possa ferirsi rompendolo durante il gioco. Inoltre, sistemandolo leggermente curvo il bimbo potrà giocare con le immagini deformate.

Quali arredi non possono mancare

Quali mobili acquistare per la cameretta? È importante in una prima fase valutare quali aree funzionali siano necessarie per poi procedere alla progettazione. Tutto deve essere rapportato all’età del bambino affinchè siano adeguate sia le funzioni sia gli arredi: il consiglio è di strutturare lo spazio già dalla prima fase, adeguandolo alla crescita e alla trasformazione, evolvendolo con l’età.

Le aree sono principalmente 4:

  • area riposo: spazio in cui sistemare il letto e il comodino. Può essere collegata direttamente all’area gioco utilizzando un letto a soppalco con spazio inferiore dedicato all’area gioco. È importante valutare gli spazi e le altezze dell’arredo in relazione all’età per evitare problemi legati alla sicurezza di utilizzo;
  • area gioco: spazio libero dove il bimbo possa giocare. È importante dedicare a questo spazio un elemento contenitore come un piccolo armadio o un mobile con contenitori affinchè possa da solo gestirsi le proprie attività, anche da molto piccolo;
  • area studio: nei primi anni di vita lo spazio dedicato allo studio potrà essere caratterizzato da una libreria nella quale andare a riporre tutti i libretti del bambino con una comoda e accogliente poltroncina per abituarlo al momento lettura e relax. Crescendo, potrà essere trasformata mediante l’inserimento di un piano di lavoro per la scrittura con annessa libreria o mensole;
  • area guardaroba: se possibile, ricavare uno spazio cabina armadio attiguo alla stanza da letto. In alternativa, è possibile utilizzare un’ampia armadiatura per suddividere la zona notte e l’area gioco dallo spazio lettura/ area studio. In questo modo, anche in crescita, il bambino avrà la privacy necessaria per affrontare compiti e lavoro di scuola. Altra soluzione, soprattutto adeguata a spazi di dimensioni ridotte, preferire ponti sopra il letto a tutta altezza.

Rivolgendosi ad un rivenditore specializzato sarà possibile studiare nel dettaglio con un esperto ogni differente ambiente e come strutturare al meglio lo spazio all’interno della zona notte.

La cameretta per bambini e quella per ragazzi

Dal punto di vista funzionale esistono sostanziali differenze tra una cameretta per bambini e una per ragazzi, a partire dalle dimensioni e dalle altezze, oltre alla fondamentale sicurezza degli arredi. Le camerette si dividono generalmente in tre fasce:

  • 0-3 anni: la stanza necessita di un lettino con le sbarre, dimensione 130x70 cm, rimovibili, per assicurare la sicurezza del bambino durante il sonno. Il fasciatoio in questa fase è sufficiente per riporre l’abbigliamento e le calzature. A terra uno spazio morbido per potersi muovere in libertà e piccole armadiature assicurate alle pareti per i giochi e i libretti affinchè nei primi movimenti il bambino non rischi ribaltamenti;
  • 3-6 anni: il lettino cambia, si eliminano le sbarre, aumenta la dimensione a 160x80. Se nella camera è presente un fasciatoio, si eliminerà la vaschetta per il bagnetto per lasciare posto ad un cassetto ulteriore, trasformandolo così l’arredo in cassettiera. Ora sarà necessario, se non già presente, inserire un armadio per l’abbigliamento da appendere;
  • 6-9 anni: il letto aumenta ancora, per raggiungere le tradizionali dimensioni di 190/200x80/90. La stanza si arricchisce di piani li lavoro, scrivania, librerie a tutt’altezza per accogliere quanto necessario allo studio.


Il consiglio è quello di assicurare sempre mediante tasselli gli arredi alle pareti poichè è fondamentale garantire ai bambini in ogni fascia di età un ambiente sicuro e funzionale privo di pericoli. Inoltre, soprattutto nei primi anni di vita è fondamentale eliminare ogni oggetto potenzialmente pericoloso sia per ingestione, sia per potenziale pericolo fisico.

Le soluzioni salvaspazio se l’ambiente è piccolo

Quando lo spazio è esiguo, la cameretta è piccola e magari deve accogliere due bambini, è fondamentale assicurare all’ambiente soluzioni salvaspazio che possano assolvere alle funzioni necessarie. Ecco allora, entrare in gioco soluzioni di arredi salvaspazio per la cameretta che accolgano al tempo stesso lettini, armadi e piani di lavoro con librerie funzionali.

Ne esistono di diverse tipologie e stili, da valutare in relazione a spazio, funzioni e necessità di contenimento.

  • Letto a castello: utilissimo per sfruttare lo spazio in altezza, il letto a castello permette di disporre di due posti letto uno sull’altro, occupando per logica lo spazio di uno solo. L’altezza del letto castello è generalmente intorno ai 180 cm finito, compreso di secondo letto e protezione. È importante valutare la scala più adeguata in relazione alla tipologia di letto e allo spazio: è possibile scegliere tra una scala verticale frontale che sia ortogonale o inclinata per risparmiare spazio oppure per maggiore sicurezza e comodità in utilizzo, le scale contenitori laterali a gradoni adatte anche ai più piccolini;
  • Letto richiudibile a muro: il letto a scomparsa verticale è la soluzione ideale per gli spazi in camerette di dimensioni molto ridotte. Impiegare mobili a scomparsa o ribaltabili permette di sfruttare lo spazio al meglio garantendo maggiore spazio libero. Il letto a scomparsa è il più impiegato: al termine dell’utilizzo, durante il giorno, potrà essere riposto all’interno della parete; •
  • Letti estraibili: sono la soluzione perfetta nel caso di letti doppi o tripli, utili ad ottimizzare lo spazio. La tipologia di letto estraibile nasce dalla necessità di accogliere più materassi in spazi davvero ridotti: le strutture sono sovrapposte una sull’altra, scorrevoli e compatte. Infatti, in un’altezza di poco più di un letto normale, possono essere presenti tre materassi. Grazie a sistemi a binari, i letti vengono estratti al momento del bisogno e riposti nuovamente in sede dopo l’utilizzo;
  • Letto con cassetti: la struttura del letto accoglie al di sotto, cassettoni. In relazione all’altezza e alla quantità di cassetti, il letto può essere tradizionale con un cassettone al di sotto, oppure completato con scala contenitore a cubi per una salita agevole nel caso di tre o più cassetti sovrapposti;
  • Mensole contenitori: possono essere veri e proprio moduli componibili contenitori ad anta con chiusura a ribalta dall’alto, anta laterale oppure scorrevole oppure cubi contenitori a giorno colorati e dalle forme particolari;
  • Scrivania con libreria incorporata: utile e smart, è l’ideale per combinare piano di lavoro e spazio per i libri. La libreria è incorporata sul piano di lavoro, sviluppata in altezza, oppure per idee più particolari, le gambe che supportano il piano si trasformano in ripiani pronti ad accogliere libri e quanto necessario per i momenti di lavoro e studio;
  • Scrivania ribaltabile e rotante: il piano della scrivania scompare.

Queste soluzioni, entrambi salvaspazio, permettono di nascondere il piano di lavoro mediante sistema di ribalta alla parete aprendolo e chiudendolo in base alle necessità oppure ruotando al di sopra di una base con appoggio a terra del mobile stesso, fissa, contenitore.