Richiedi 5 Preventivi ai migliori
Negozi di Letti

Home - Arredamento Casa - Letti

Confronta preventivi di spesa per la camera da letto

Il letto è protagonista nella zona notte. Va scelto con cura, comodo ed esteticamente gradevole, in armonia con il resto dell'arredo. Prima di acquistarlo quindi vi diamo l'occasione di sfogliare le tante proposte dei migliori negozi per selezionare i modelli che più vi piacciono. Potrete per ciascuno richiedere tutte le informazioni che desiderate. 
Vi risponderanno i rivenditori della marca e del modello che avete scelto, inviandovi a titolo gratuito alcuni preventivi da confrontare, per farvi un'idea dei costi e decidere a chi rivolgervi per l'acquisto.
Avrete così i riferimenti dei negozi della vostra zona di residenza che potrete senza impegno decidere di visitare per arredare la vostra camera da letto e per richiedere un progetto personalizzato. 
Abbiamo infatti selezionato per voi i rivenditori delle migliori marche di arredamento italiane, per offrirvi un'ampia sceltae per fornirvi un partner di fiducia per arredare casa.
 

Le misure dei letti

La scelta del letto deve passare in primis dalla definizione delle misure giuste. Che, a loro volta, dipendono da quelle del materasso, della rete ma non solo. La dimensione di un letto è data dalla struttura nel suo insieme, quindi anche dalla testiera, dalla pediera, dal giroletto, dallo spessore di eventuali imbottiture.

Fondamentale è, di conseguenza, prendere con estrema precisione anche le misure della stanza, dello spazio che sarà riservato al letto, dell’ingombro di apertura di porte, finestre e ante di armadio, nonché mettere in conto i passaggi e la collocazione delle prese elettriche. Utile è anche misurare gli altri mobili che caratterizzano l’ambiente.

Per quanto riguarda i materassi, le dimensioni sono le seguenti:
 

  • Matrimoniale standard italiano: 160 x 190 cm.
  • Matrimoniale comodo: 180 x 200 cm.
  • Materasso alla francese: 140 x 190 cm.
  • Una piazza e mezza: 120/130 x 190 cm.
  • Singolo standard: 80 x 190 cm.
  • Singolo comodo: 90 x 200 cm.
In linea di massima, il materasso dovrebbe superare almeno di 10-15 cm la statura di chi lo utilizza; se si tratta di un matrimoniale, naturalmente, come riferimento si prende la persona con statura superiore. Soltanto considerando tutti i suddetti numeri si arriva alla scelta del letto dalle dimensioni corrette.

Consigli pratici per sceglierli e collocarli

Procediamo con alcuni consigli pratici che faciliteranno la scelta del letto e anche della sua collocazione.

La testiera dovrebbe essere collocata a Nord: è una delle regole del Feng Shui, ma anche una ricerca medica tedesca ha confermato che tale orientamento aumenta del 7 per cento la fase rem del sonno. Se possibile, meglio evitare di mettere l’armadio di fronte al letto, perché c’è il rischio di fare i conti con un senso di oppressione e chiusura. Intorno al letto occorre lasciare almeno 50-60 cm liberi per il passaggio. Se la stanza è piccola, il suggerimento è quello di prendere in considerazione letti con pediere e testate essenziali e dagli spessori ridotti. Per quanto riguarda l’altezza, la questione è del tutto soggettiva. Un tempi i letti erano parecchio alti, oggi si moltiplicano i modelli piuttosto bassi ma non ci sono regole a tal proposito.

Anche in riferimento al materasso devono prevalere le preferenze e necessità individuali. C’è chi non rinuncerebbe mai al memory foam, chi si trova meglio con il lattice oppure con le molle. Importante è provarlo prima dell’acquisto e verificare che non sia troppo rigido né eccessivamente morbido.

Se vi state domandando se sia meglio scegliere una rete oppure le doghe, sappiate che la risposta dipende invece anche dal materasso stesso: in generale, per quelli a molle è più adatta la rete, per quelli in lattice e memory foam sono preferibili le doghe.

Stili e materiali

La struttura del letto, o telaio, può essere in legno massiccio, metallo, truciolare, laminato, Mdf. Nel primo caso l’aspetto è naturale, caldo, e si sceglie fra diverse essenze fra cui la quercia e il faggio. Il legno è bello, durevole, resistente ma necessita di cure e attenzioni, nonché specifici trattamenti contro gli insetti xilofagi.

I letti in metallo sono leggeri, ma solidi e sicuri e non richiedono alcun tipo di manutenzione, fatta eccezione naturalmente per le operazioni di pulizia. I modelli in truciolare, laminato e Mdf risultano sempre più richiesti perché costano meno a fronte di prestazioni più che soddisfacenti e di un aspetto molto gradevole.

Il telaio può essere imbottito e rivestito in tessuto, pelle, similpelle, ecopelle; non è questo, però, l’elemento che determina lo stile moderno o classico. Piuttosto, è una questione di linee, forme, volumi. I modelli classici sono avvolgenti, spesso piuttosto imponenti, curati in ogni dettaglio, non di rado arricchiti da decori e particolari decorazioni (si pensi a quelli in ferro battuto, per fare un solo esempio) e caratterizzati da testate importanti.

I letti moderni sono invece essenziali e minimalisti, squadrati, geometrici. Privi di fronzoli. La testata, in alcuni casi, è piuttosto alta; in altri, al contrario, molto ridotta. Trionfa, comunque, la regola del less is more.

I letti con contenitore, soluzione pratica

I letti con contenitore rappresentano una pratica, e sempre più diffusa, soluzione salvaspazio. Col tempo le forme si sono alleggerite, i volumi ridotti, ma notevole è rimasta la capacità contentiva; nel vano sottostante c’è spazio per piumoni, coperte, cuscini, valigie e una serie di altri oggetti anche ingombranti.

I meccanismi di sollevamento sono diversi: si sceglie fra quelli ad alzata laterale, a doppia alzata in parallelo, ad alzata facilitata con slittamento laterale; tutti risultano estremamente maneggevoli e sicuri, anche in virtù dei pistoni a gas. Non mancano i letti completamente automatizzati, con funzionamento elettrico, la cui chiusura e apertura viene gestita tramite telecomando.

I letti con contenitore, altra questione importante, si adattano a qualsiasi tipo di materasso, per cui eventualmente non c’è bisogno di cambiarlo.

La gamma di rivestimenti è estremamente ampia, si va da quelli in tessuto a quelli in pelle, ecopelle e similpelle; per quanto riguarda i tessuti, la scelta relativa ai colori e alle fantasie è a dir poco ricca, di conseguenza semplice risulta l’abbinamento con gli altri elementi di arredo presenti nella stanza.

Molti di questi letti, inoltre, presentano generose imbottiture all’altezza della testiera che fungono praticamente da secondo cuscino e sono l’ideale per chi ama leggere prima di addormentarsi e nei momenti di relax.